Tendenze SEO: Semalt spiega come promuovere il tuo sito web



Aggiornamenti regolari degli algoritmi di ranking impongono requisiti sempre più stringenti sui siti. Nella SEO, le tendenze non appaiono spontaneamente ma generalmente coincidono con le tendenze generali del marketing in Internet.

In questo articolo, cercheremo di capire cosa dovrebbe essere enfatizzato per portare il tuo sito al TOP dei risultati di ricerca.

Ottimizzazione per dispositivi mobili

Nell'estate del 2019, i proprietari dei siti hanno iniziato a ricevere notifiche da Google che i loro siti sono stati spostati nell'indice Mobile first. Ciò significa che Google ora valuta la qualità dei siti e classifica i siti in base alla versione mobile. Inoltre, la visualizzazione del tuo sito sui dispositivi mobili non influenzerà solo i risultati mobili, ma anche quelli desktop.

La quota del traffico mobile sui siti web è in costante crescita e la maggior parte degli acquisti viene effettuata dagli smartphone. Pertanto, l'attuale adattamento dei siti per i dispositivi mobili non è solo una tendenza, ma una componente necessaria di qualsiasi attività commerciale.

Cosa cercare:
  • Un sito Web con un design reattivo di un file Punto di vista SEO è preferibile a una versione mobile su un dominio separato. Grazie al Mobile first index, la versione mobile del sito può entrare nei risultati di ricerca desktop, il che porterà a un gran numero di rifiuti, al deterioramento dei fattori comportamentali e, di conseguenza, a una diminuzione del ranking del sito.
  • Il sito non dovrebbe solo "apparire normale" sui dispositivi mobili, ma anche funzionare correttamente e senza errori. Puoi scoprire il livello di ottimizzazione del tuo sito web per i dispositivi mobili utilizzando il test di ottimizzazione mobile in Google Search Console.
  • Garantire una velocità di caricamento del sito Web ottimale. Nessuno aspetterà per sempre il caricamento del tuo sito, soprattutto gli utenti di dispositivi mobili. E per renderti più facile, abbiamo esaminato i migliori servizi per controllare la velocità del tuo sito.

Ricerca vocale

Le persone comunicano sempre più con i loro dispositivi e per molti gadget come gli altoparlanti intelligenti sono diventati quasi membri della famiglia.

Secondo le statistiche di Google, nel 2019, il 20% delle ricerche da dispositivo mobile è stato chiesto a voce. Finora, la maggior parte delle query vocali sono informative, tuttavia, la quota delle query commerciali è in costante crescita.

Negli ultimi anni, secondo Yandex Wordstat, il numero delle richieste georeferenziate: "nelle vicinanze", "vicino a me", ecc. È aumentato del 50%. La presenza di tali frasi nelle query di ricerca indica che è stata impostata con la voce. Nelle query di testo, di solito c'è una georeferenziazione associata al nome della città.

Cosa cercare:
  • Concentrati sulla qualità dei contenuti. Per entrare nei risultati di una ricerca vocale, deve essere utile per l'utente e posizionarsi bene nei risultati della ricerca. Molto spesso, Google prende le risposte delle query vocali dai siti che si trovano nelle prime tre posizioni nei risultati di ricerca.
  • Il testo dovrebbe contenere sia la domanda che la risposta, quindi le sezioni delle FAQ sui siti sono le più adatte per le ricerche vocali.
  • Usa meno occorrenze esatte delle chiavi. Una ricerca vocale è fondamentalmente diversa da una ricerca di testo. Una query vocale è spesso molto più lunga e dettagliata di una query di testo. Tienilo a mente quando crei un contenuto, usa più varianti e sinonimi di parole.

Sicurezza del sito

L'aumento del numero degli acquisti online porta al fatto che gli utenti prestano sempre più attenzione alla sicurezza dei propri dati personali.

Dopo aver ricevuto un avviso del browser che la connessione non è sicura, molto probabilmente l'utente lascerà il tuo sito e andrà dai tuoi concorrenti. Di conseguenza, la frequenza di rimbalzo aumenterà e la posizione del sito nei risultati di ricerca si deteriorerà.

I motori di ricerca sono sempre dalla parte degli utenti, quindi i siti web con un basso grado di sicurezza non verranno mai offerti nei risultati di ricerca.

Cosa cercare:
  • Emetti un certificato di sicurezza SSL per il sito. Crittografa i dati tra gli utenti e il sito e impedisce a terzi di accedervi. È particolarmente importante disporre di un certificato SSL per quei siti in cui gli utenti immettono informazioni riservate (ad esempio, passaporto o informazioni bancarie).
  • Assicurati che il tuo sito non stia trasmettendo dati a fonti di terze parti. Un'eccezione può essere rappresentata dai servizi di analisi web che raccolgono dati spersonalizzati.
  • Chiudere quelle sezioni del sito che implicano l'inserimento di dati personali (ad esempio, un account personale o un carrello) dall'attività di indicizzazione dei robot di ricerca.

SEO locale

Abbiamo già accennato in precedenza che gli utenti di dispositivi mobili spesso cercano i luoghi ei servizi nelle vicinanze. Questo porta alla prossima tendenza: l'ottimizzazione del sito per la ricerca locale.

Secondo le statistiche, oltre l'80% degli utenti che hanno trovato informazioni su un'azienda tramite una ricerca locale si rivolge agli uffici offline e ai punti vendita durante il giorno. E il 50% dei clic nella ricerca non sono affatto referral. Gli utenti ricevono informazioni sull'azienda direttamente nella pagina dei risultati di ricerca o accedono ai servizi dei motori di ricerca, ad esempio alle mappe.

Cosa cercare:
  • Imposta la regione del sito in Yandex.Webmaster e Google Search Console. Registra la tua azienda in Google My Business e Yandex.Directory. Prova a compilare le carte della tua azienda in questi sistemi di riferimento nel maggior numero di dettagli possibile.
  • Uno dei principali fattori di ranking nelle mappe sono le recensioni. Sentiti libero di chiedere ai tuoi clienti un feedback sui servizi che hai fornito.
  • Le tue classifiche saranno influenzate non solo dal numero e dalla frequenza delle recensioni, ma anche dalla rapidità con cui rispondi. È importante gestire non solo commenti negativi ma anche positivi. Le aziende che rispondono a tutte le recensioni sono più alte di quelle che le ignorano.

Risposte rapide

I motori di ricerca monopolizzano sempre più i risultati della ricerca. Stregoni, pacchetto locale, risposte rapide: tutto questo mirava a mantenere gli utenti sulla SERP il più a lungo possibile.

Ciò ha già portato quasi la metà delle sessioni di ricerca di Google a terminare senza clic. E se è conveniente per l'utente ricevere immediatamente una risposta alla sua domanda senza intraprendere ulteriori azioni, allora per gli imprenditori che fanno affidamento su traffico organico, sorgono molte difficoltà.

Cosa cercare:
  • Raccogli le domande chiave in forma interrogativa e usale come sottotitoli nel testo. Il primo paragrafo che segue il sottotitolo dovrebbe contenere una breve risposta alla domanda posta. Questo paragrafo non deve superare i 370 caratteri.
  • Crea longread in cui puoi rispondere a un gran numero di domande.
  • Usa tabelle, elenchi e video nel testo.
  • Ottimizza il tag Meta Description sulla pagina promossa. Indica su di esso a quali domande risponderai in questa pagina.

Comprensione dell'intento di una query di ricerca

L'intento è ciò che l'utente intende quando inserisce una query nella barra di ricerca. Accade spesso che le stesse frasi chiave inserite dai diversi utenti abbiano significati completamente diversi.

Per determinare l'intento, i motori di ricerca utilizzano diversi parametri:
  • statistiche disponibili sulla frase;
  • parole aggiuntive dalla richiesta;
  • dispositivo utilizzato;
  • il contesto del profilo di ricerca dell'utente autorizzato;
  • geolocalizzazione.
Ad esempio, se inserisci la query "Napoleon" nella casella di ricerca, i diversi utenti vedranno risultati diversi. A qualcuno verranno mostrate le ricette della torta ea qualcuno verrà mostrata la biografia di Napoleone Bonaparte.

Cosa cercare:
  • Analizza quali tipi di intenti sono le frasi chiave incluse nel nucleo semantico del tuo sito. Inoltre, la conoscenza della categoria a cui appartiene una parola chiave renderà più facile soddisfare l'intento dell'utente.
  • Determina qual è il problema dell'utente sul tuo sito che dovrebbe risolvere e filtrare il nucleo semantico. Quindi non promuoverai pagine commerciali per richieste di informazioni e viceversa.
  • Crea contenuti che corrispondano accuratamente alle intenzioni dell'utente. Puoi anche riconfezionare i vecchi articoli che si sono classificati bene in passato per i nuovi intenti di ricerca.

Link building basato sull'immagine del marchio

La promozione di un sito web attraverso l'acquisto di link in blocco è un ricordo del passato, ma i backlink giocano ancora un ruolo importante nell'ottimizzazione dei motori di ricerca. Tuttavia, il link building è attualmente basato sulla reputazione del tuo marchio.

Se il tuo marchio ispira fiducia agli utenti, condivideranno felicemente i tuoi contenuti, aumentando così la massa di link naturali del tuo sito.

Cosa cercare:
  • Sii un esperto nel tuo campo. Partecipa a eventi e conferenze a tema.
  • Non affidare la scrittura dei testi del sito a copywriter a caso. Ma scegli scrittori altamente specializzati che siano esperti nella materia della tua materia.
  • Non trascurare le pubblicazioni degli ospiti sui portali tematici. Non dimenticare di inserire correttamente i link al tuo sito nei testi degli articoli. Più spesso vieni citato da fonti autorevoli, migliore sarà il posizionamento del tuo sito nella ricerca.
  • Chiedi ai tuoi partner di pubblicare i link al tuo sito e ricevi feedback dagli opinion leader con un link a te.

Algoritmo BERT di Google

Nell'autunno del 2019, Google ha introdotto l'algoritmo BERT, progettato per migliorare la pertinenza dei risultati della ricerca analizzando non le frasi chiave, ma le frasi intere.

In precedenza, Google analizzava ogni richiesta come un insieme di frasi chiave e selezionava pagine pertinenti in base alla presenza delle parole cercate su quelle pagine. Con l'aiuto di BERT, i motori di ricerca capiranno il contesto della query poiché ora non vengono analizzate solo le frasi chiave, ma anche le parole ausiliarie nella query.

Cosa cercare:
  • Strutturate le informazioni sul sito e quindi i motori di ricerca capiranno non solo cosa c'è nella pagina, ma anche come ogni elemento della pagina si relaziona agli altri elementi oltre che alle altre pagine del sito.
  • Analizza le query di ricerca per le quali il traffico è stato attratto dal sito e aggiungi le frasi pertinenti al contenuto, espandi il nucleo semantico utilizzando i sinonimi.
  • Presta attenzione ai suggerimenti di ricerca. Quindi, puoi ottenere le frasi a bassa frequenza che non si trovano nelle altre fonti.

Aumentare il valore della ricerca visiva

Nel 2019 sono state eseguite oltre un miliardo di ricerche visive tramite Google Lens. Nel 2020, il numero di tali richieste non farà che aumentare.

La ricerca visiva è importante principalmente per l'e-commerce. Google è in grado di trovare un numero enorme di prodotti solo attraverso le sue immagini, quindi un gran numero di negozi online non solo ottimizza le sue immagini per la ricerca visiva globale, ma utilizza anche tecnologie simili per la ricerca interna del sito.

Cosa cercare:
  • Assegna un nome corretto ai file di immagine. I titoli dovrebbero contenere le parole chiave per le quali verrà classificato. Usa la traslitterazione nel nome del file, separa le parole con trattini, non spazi.
  • Aggiungi attributi alt e title alle immagini. L'attributo alt contiene una breve descrizione dell'immagine e consente ai motori di ricerca di indicizzarla, mentre il titolo funge da titolo dell'immagine. Entrambi questi tag vengono visualizzati nei risultati della ricerca.
  • Ottimizza la dimensione dell'immagine. Anche le immagini pesanti rallentano la velocità di caricamento del tuo sito, il che influisce anche sulle classifiche di ricerca del tuo sito.

Video per SEO

Secondo le previsioni degli esperti Cisco, entro il 2021 il video riceverà circa l'80% di tutto il traffico globale. E il 43% degli utenti afferma di non avere abbastanza contenuti video.

Gli utenti sono pronti a guardare video non solo sui siti di hosting video, ma anche sui siti normali, ei motori di ricerca li incontrano a metà strada offrendo frammenti di video estesi nei risultati di ricerca.

Cosa cercare:
  • Crea e sviluppa il tuo canale Youtube. Posiziona i link al tuo sito sotto il video e reindirizza il traffico ad esso.
  • I motori di ricerca utilizzano titolo, descrizione e tag per identificare l'argomento del video. Ricordati di utilizzare le parole chiave quando inserisci questi parametri.
  • Aggiungi i sottotitoli al tuo video. Aiuterà i motori di ricerca a riconoscere meglio il contenuto del video.
Abbiamo esaminato le principali tendenze nella promozione del sito web dei motori di ricerca nel 2020. Ci auguriamo che i nostri consigli ti aiutino a vincere il battaglia per le prime posizioni nei risultati di ricerca. Oppure puoi affidare la promozione del tuo sito web da parte dei motori di ricerca a Semalt.com.